IL WING TJUN - The Kwon - Scuola di Yip Man Wing Tjun Kung Fu (Wing Chun - Wing Tsun - Ving Tsun - Ving Chun) di Sifu Fabio Nunziante

THE KWON
Responsabile Tecnico:
Sifu Fabio Nunziante
Vai ai contenuti

Menu principale:

Cos'è il Wing Tjun

Il Wing Tjun Kuen Kung Fu del maestro Yip Man (Wing Chun - Wing Tsun -Ving Tsun) è lo stile reso celebre dal più famoso dei suoi alievi, Bruce Lee; è sicuramente uno dei migliori sistemi di autodifesa anche grazie al fatto che la forza fisica e/o la naturale predisposizione al combattimento non sono tratti determinanti per migliorare nell'apprendimento e nell'applicazione delle sue tecniche.
Normalmente le persone fisicamente più minute e meno prestanti sono i primi bersagli di un'aggressione; qualunque persona senza rilevanti disabilità fisiche può allenarsi in questo stile e raggiungere un livello di autodifesa stupefacente.
L'apprendimento del Wing Tjun ti insegnerà ad assorbire, attraverso un uso corretto del corpo, l'energia dell'avversario come fossi una "molla" per aggiungerla alla tua ed inoltre a "tagliare" letteralmente le direttrici energetiche dei suoi attacchi.
Il Wing Tjun è uno dei pochi sistemi di autodifesa che prepara lo studente ad ogni livello e distanza di combattimento (lunga, media, corta, contatto pieno e combattimento al suolo) attraverso l'allenamento di ogni elemento necessario: forme, posizioni, passi, applicazione di ogni tecnica in relazione alla distanza a cui ci si trova e soprattutto gestione dello spazio e del tempo d'azione: attraverso tale conoscenza è possibile costringere l'avversario in posizioni tali da non permettegli di reagire efficacemente.
L'abilità nel Wing Tjun, come in qualunque Arte Marziale, si raggiunge attraverso il continuo allenamento e la perseveranza; un buon livello nell'autodifesa è raggiungibile però in maniera molto rapida fin dall'inizio attraverso l' R.F.P. (Ritual Fight Program - Programma di Combattimento Rituale) che consiste nell'applicazione delle tecniche, simulando diverse situazioni di pericolo, man mano che le medesime vengono apprese dal praticante.
L'R.F.P. si è dimostrato, di conseguenza, un utilissimo strumento di addestramento anche per forze dell'ordine e reparti militari.
Inoltre la pratica del Kung Fu non vuole essere solo un modo per imparare a combattere, bensì una via da intraprendere per raggiongere un'alta consapevolezza di se stessi, delle proprie potenzialità e dei pripri limiti imparando a controllare, gestire e sfruttare anche le proprie paure: per tali ragioni non esiste un limite di età per praticarlo e trarne benefici.

"Imparate a combattere per non dover mai combattere"


Venite a provare GRATIS!
Torna ai contenuti | Torna al menu